Il Centro Preformazione Attoriale ha l'obbiettivo di fornire agli studenti la corretta grammatica espressiva per esprimere il loro talento attraverso il linguaggio della scena. Questo vale sia per coloro che sono interessati al lavoro dell'attore, ma anche per chi è appassionato alla regia, alla scrittura teatrale e alla sceneggiatura: i processi creativi che si vanno ad attivare sono infatti sempre gli stessi, mentre variano i mezzi linguistici che permettono di esprimerli.

Ciò costituisce una grande possibilità di crescita sul piano umano, culturale, creativo e specificamente artistico, con il fine di preparare gli alunni agli esami di ammissione nelle grandi scuole di cinema sia nazionali che internazionali, andando a costituire un bagaglio espressivo dalle molteplici applicazioni professionali nella società della comunicazione e dello spettacolo in cui viviamo.

Per i corsi scolastici sono previsti dei limiti d'età, che vanno dai 14 anni ai 20 anni. Il corso prevede una durata di due anni più un anno di perfezionamento facoltativo, e comprende l'insegnamento, la ricerca e lo sviluppo delle capacità individuali attraverso l’insegnamento di specifiche discipline.

Da metà ottobre a metà giugno. “La costruzione dei sogni: i mondi possibili del racconto scenico attraverso storie, personaggi, situazioni” (corso base). Le materie di studio del primo anno sono: improvvisazione; elementi del pensiero creativo e laterale; elementi di recitazione; costruzione del personaggio e della situazione scenica; drammaturgia di base; acting: essere veri in una situazione finta; risveglio sensoriale; danza; espressione corporea; movimento scenico; canto; ritmica; musicalità; tecniche di respirazione; dizione; articolazione; educazione della voce; intonazione. Alla fine del I anno andrà in scena un “work in progress” alla “Sala Estense” di Ferrara, nel quadro della “Festa del Teatro degli Adolescenti”.
Da inizio settembre a metà giugno. “La sostanza dei sogni” (corso avanzato). Le materie di studio del secondo anno sono: elementi del pensiero creativo e laterale; visualizzazioni; recitazione; costruzione del personaggio e della situazione scenica nel testo; Interpretazione del testo; acting: essere veri in una situazione finta (applicato al testo drammaturgico); lettura interpretata; recitazione davanti alla macchina da presa; ideazione; scrittura e interpretazione di un cortometraggio. Lo spettacolo finale andrà in scena alla “Sala Estense” di Ferrara, nel quadro della “Festa del Teatro degli Adolescenti”. Il Cortometraggio parteciperà, fuori concorso, al “Giffoni Film Festival”. Alla fine del biennio verrà rilasciato un Diploma in Recitazione, attestato dal CPA, dal Comune di Ferrara e dal Giffoni Film Festival.

Terzo anno Masterclass.
Il nostro percorso creativo: una “Drammaturgia Condivisa”.

Da inizio settembre a metà giugno.
“Il metodo e la pazzia” (corso professionale).
Questo percorso, ben diverso da quello di una “drammaturgia collettiva”, nasce da un’esperienza maturata ormai da alcuni anni, ma che tuttavia, resta un “unicum” nel panorama delle scuole di teatro italiane e, forse, mondiali: si tratta di una drammaturgia condivisa, nella quale il regista conduttore del corso lancia un tema, che viene rielaborato dagli allievi attraverso una serie di improvvisazioni, le quali costituiscono lo spunto creativo per un testo che viene poi costruito in forma originale e indipendente, scritto dallo stesso regista. Questa dinamica di condivisione nella definizione dei diversi ruoli creativi permette ai giovani attori di fare un’esperienza profonda lungo tutto l’arco produttivo che va dall’idea al testo alla sua realizzazione scenica. L’autore – regista ha modo, d’altro canto, di confrontare le proprie idee con gli stimoli che vengono dagli attori e così mettere proficuamente “in crisi” quanto poteva aver progettato in un primo momento, aprendosi a soluzioni inedite, ulteriori, per lui stesso sorprendenti. Una proficua ginnastica creativa, una circuitazione delle energie più profonde e sottili, che mette a confronto generazioni, personalità e professionalità, e che ci permette di percorrere l’intera parabola che va “dalla vita alle parole (del testo) e, quindi, dalle parole alla vita”, come diceva un grande maestro del passato. Lo spettacolo del terzo anno, oltre ad andare in scena alla “Sala Estense” di Ferrara, nel quadro della “Festa del Teatro degli Adolescenti”, parteciperà a: “Teatro degli Adolescenti per gli Adolescenti” (spettacoli per le scuole superiori di Ferrara); “FEST”: Festival (internazionale) delle Scuole di Teatro; Festival Internazionale “Quartieri dell’Arte” di Viterbo. Durante il corso di quest’anno, poi, su questo testo, su questo spettacolo, su questa esperienza, verrà costruito un cortometraggio che ne rispecchi il nucleo poetico, emotivo, vitale. Questo cortometraggio (che è insieme un po’ backstage e un po’ trailer dello spettacolo) verrà pubblicato sul web e parteciperà alle selezioni di festival per corti teatrali. Alla fine del terzo anno verrà rilasciato un Diploma di II livello in Recitazione, attestato dal CPA, dal Comune di Ferrara e dal Giffoni Film Festival.
APERTE LE ISCRIZIONI

Sono aperte ufficialmente le iscrizioni per il biennio 2018/2020.
Hai tra i 14 e i 20 anni, e sogni di fare l'attore, il regista, lo sceneggiatore, ma non sai come fare? Ti forniremo tutte le basi e le competenze necessarie per accedere alle più grandi scuole di teatro e di cinema d'Italia. Inizia con noi questa avventura.
Costruisci al meglio il tuo futuro!  

Leggi il bando per accedere al colloquio/provino per essere ammesso ai corsi del Centro Preformazione Attoriale (biennio 2018-2020). Tutti gli interessati potranno INVIARE la loro CANDIDATURA inviandoci una foto del futuro allievo e una sua motivazione, entro massimo le ore 23:59 di martedì 9 OTTOBRE 2018.

BANDO

DOCENTI

MASSIMO MALUCELLI RESPONSABILE ARTISTICO

SCOPRI
MARCO ALÌ RECITAZIONE TEATRALE

SCOPRI
BEATRICE MEZZETTA DANZA | MOVIMENTO SCENICO

SCOPRI
CHIARA BOLOGNESI CANTO | EDUCAZIONE ALLA VOCE

SCOPRI
NICOLÒ FERRARA CORTOMETRAGGIO

SCOPRI
MONIA FINESSI RECITAZIONE MACCHINA DA PRESA

SCOPRI
EMANUELE ZANELLA DIZIONE | LETTURA

SCOPRI
GIUSEPPE MURONI DOCENTE STORIA DEL CINEMA

SCOPRI

OPPORTUNITÁ

QUATTRO ALLIEVI OGNI ANNO AL FESTIVAL GIFFONI

Cultural Partnership Giffoni Experience

Il Centro Preformazione Attoriale continua ad approfondire la collaborazione col Giffoni Film Festival, il primo festival al mondo di cinema per ragazzi, considerato da François Truffaut ‘il più necessario’ tra tutti i festival di cinema.

Questa partnership nata nel settembre 2013, all’indomani della lettera di Claudio Gubitosi (fondatore e direttore artistico del Giffoni Film Festival) indirizzata al Comune di Ferrara in cui appoggiava il CPA, visto come quel “progetto non solo interessante ma anche necessario”, è proseguita con la presentazione ufficiale della neonata scuola in occasione del GFF 2014. Davanti ai media nazionali, Stefano Muroni, direttore artistico CPA, e Massimo Malucelli, responsabile artistico, hanno ricevuto dall’Ente Autonomo Giffoni Experience il patrocinio morale e quindi la possibilità di inserire la dicitura “Patrocinato da Giffoni Experience” nelle pubblicazioni (materiale illustrativo e promozionale) relative ai progetti artistici e formativi realizzati dal CPA.
Nel settembre 2014 è stata formalizzata la collaborazione tra Giffoni Experience e il Centro Preformazione Attoriale attraverso la possibilità di partecipare, fuori concorso, con il cortometraggio che, ogni anno, a partire dal 2015, realizzano gli allievi del secondo anno. Ma la grande opportunità che viene offerta agli studenti ferraresi è stata annunciata in anteprima dallo stesso Gubitosi, in occasione dell’inaugurazione della sede di Via Arianuova 128, avvenuta il 25 novembre 2014: ogni anno, quattro allievi del Centro partecipano, senza preselezione, al Giffoni Experience (sezione +16).

Il Centro Preformazione Attoriale diventa così l’unica scuola di recitazione in Italia ad avere attivato una forte Cultural Partnership con l’azienda culturale internazionale del Giffoni Experience.

SCOPRI


INTERNATIONAL OPPORTUNITY

12 Borse di studio per girare l'Europa

Sappiamo bene che le nuove generazioni aspirano a conoscere il mondo, amano girare le varie nazioni e sono curiose di apprendere le diverse lingue e culture. Per questo il Centro Preformazione Attoriale ha stretto rapporti artistici con importanti scuole di recitazione d’Europa.

Il CPA è in collaborazione con la Sylvia Young Theatre School di Londra, in Inghilterra; l’ERAC (la scuola regionale per attori) di Cannes, in Francia; l’Escuela de Artes Escénicas Pabulo di Santiago de Compostela e la Scuola Manicòmicos di La Coruna, tutte e due in Spagna, il National Theatre of Greece di Atene, in Grecia, la Scuola Nazionale di Cinema di Varsavia, Polonia, la Neue Schauspierl Schule, a Vienna, Austria.

Ogni anno la Scuola concede 6 borse di studio agli allievi del secondo e terzo anno per partecipare a stage nelle scuole sopracitate. Il viaggio, l’alloggio e il corso sono garantiti dal CPA. Sei allievi fra secondo e terzo anno del CPA, partecipano dunque per due giorni ai corsi intensivi delle tre scuole internazionali, con l’opportunità di misurarsi con altri ragazzi della stessa età e di nazionalità diversa, sperimentando la recitazione in diverse lingue e con diverse pedagogie teatrali.
Da quest’anno sei allievi del terzo anno parteciperanno a una settimana nella Scuola di Cinema di Varsavia, per collaborare alla produzione del cortometraggio della scuola, studiando assieme a coetanei polacchi. Il CPA garantisce vitto e alloggio.


5 workshop di Storia del Cinema

Ogni anno il CPA offre cinque workshop intensivi di alta formazione legati alla Storia del Cinema.

I workshop si propongono di esplorare il composito mondo cinematografico secondo una prospettiva non tradizionale: il cosmo del cinema come scontro-incontro di una pluralità di saperi dialoganti con gli scenari che hanno caratterizzato la sceneggiatura della Storia.

I film verranno considerati in quanto “agenti di storia”, le forme e il linguaggio del film saranno indagati ed analizzati con riferimento alle dinamiche storico-culturali cercando di educare lo studente a problematizzare le principali istanze stilistiche e le ragioni storiche, economiche, tecnologiche e sociali che le hanno determinate. Verranno seguite le evoluzioni e le involuzioni dell’Italia, le luci e le ombre della sua storia politica e sociale dagli esordi del “cinematografo” a Roma nel 1896 alla rinascita degli anni ’30, dal Neorealismo al cinema d’inchiesta, dalla “commedia all’italiana” alla crisi degli anni ’80 e ’90 fino alla rinascita degli ultimi anni.

Il corso sarà all’insegna della multidisciplinarietà, le lezioni frontali saranno affiancate dalla visione integrale di film che hanno contraddistinto la storia del nostro Paese.




Festival delle Scuole di Teatro

Da tre anni la Scuola partecipa al Festival delle Scuole di Teatro, ideato dall’Associazione Fonè di Massimo Malucelli, in collaborazione con il Teatro Comunale “Claudio Abbado” di Ferrara e con comuni del territorio ferrarese.

Si tratta di un Festival rivolto alle scuole di teatro italiane (ma anche già con una dimensione internazionale, che ha già visto la partecipazione di una scuola spagnola e che intende ampliarsi ad una dimensione europea), che si tiene ogni anno tra maggio e giugno. Il FEST è un luogo di scambio, un crocevia teatrale dove i gruppi e le realtà artistiche emergenti possono sostare nel corso del loro viaggio, per stringere contatti con il maggior numero possibile di operatori del settore.
Si tratta di un tentativo di dare spazio e occasioni ad una comunità già esistente (quella di chi fa in prima persona l’esperienza del teatro), che è giovane, dinamica, in costante condivisione e necessita sempre più spazi di esistenza e scambio. Un fuoco che si cela sotto la cenere di un panorama teatrale troppo spesso inerte, ripiegato su sé stesso e poco attento alle potenzialità di centinaia di giovani attori, scrittori e registi che cercano (e con “FEST” trovano), possibilità di crescita, condivisione e visibilità.

SCOPRI


Festival Europeo Quartieri dell’Arte

Nel 2016 il Centro Preformazione Attoriale di Ferrara ha stretto un importante gemellaggio con il Festival Europeo dei Quartieri dell’Arte che si tiene, ormai da 20 anni, nella bellissima città di Viterbo.

Un gemellaggio voluto fortemente dal direttore del festival, Gianmaria Cervo, che ha visto nel CPA di Ferrara una novità rivoluzionaria a livello nazionale. Nel 2016, primo anno di gemellaggio, hanno partecipato all’evento quattro allievi del terzo anno, che si sono esibiti l’ultimo giorno del festival con dei corti teatrali scritti da adolescenti viterbesi, facendo seguire dopo lo spettacolo un ‘esercizio teatrale’, per mostrare al pubblico presente (giornalisti e molti giovani) come si lavora e si studia durante le lezioni al CPA. Nel 2017 gli allievi di Ferrara hanno avuto la grande opportunità di recitare all’interno di uno spettacolo teatrale prodotto dal Festival a fianco di attori professionisti. Nel 2018 il grande salto di qualità: uno spettacolo prodotto dal CPA andrà in scena all’interno del programma festivaliero di Quartieri dell’Arte.

SCOPRI



Televisione

Nel 2015, per i 70 anni dalla Liberazione, da giovedì 2 aprile, per quattro settimane, alle ore 15.00, è andato in onda in televisione “Lettere dalla Resistenza 1943-1945”. Gli allievi del secondo anno hanno infatti registrato negli studi di Telestense (emittente televisiva della città di Ferrara e del suo territorio) le "letture interpretate" tratte dalle lettere dei condannati a morte della Resistenza.

I ragazzi hanno potuto così entrare per la prima volta in uno vero e proprio studio televisivo, si sono trovati davanti alle telecamere e alle luci, un tecnico li ha microfonati, si sono rivisti in video e si sono potuti rivedere in televisione. Un laboratorio di alta qualità che, oltre a legare la storia e la cultura alle nuove generazioni, ha offerto ai ragazzi la grande opportunità di recitare per la televisione.

SCOPRI


Cinema

Nel 2018 il CPA è riuscito a far esordire al Cinema alcuni dei propri allievi. Andrea Piccolo, allievo del secondo anno del CPA, è stato scelto dal regista Marco Cassini per il suo terzo progetto cinematografico, "Oltre la bufera", il film su don Giovanni Minzoni, parroco ucciso nel 1923 per mano fascista. Il film è prodotto da Controluce Produzione, Società presentata alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2017. Andrea interpreta il ruolo di Aureliano, uno dei ragazzi del ricreatorio di don Giovanni Minzoni.

Un’altra importante opportunità offerta dal Centro Preformazione Attoriale è quella di seguire i propri allievi nel mondo professionale. Nel nuovo progetto cinematografico del regista Marco Cassini, "Oltre la bufera", il film su don Giovanni Minzoni, quattro ex allievi del CPA hanno fanno parte del cast tecnico-artistico: Francesco Bianchini, ex CPA, nel ruolo dell’assistente del Vescovo; Fabio Baroni, ex CPA, come figurazione speciale; Nicolò Ferrara, ex CPA, come assistente di produzione; e Pietro Bovi, il quale interpreta il ruolo di Filippo.

SCOPRI



Open Day

Ogni anno, offerto dalla Scuola, nel mese di marzo, tutti gli allievi dei tre anni partecipano allo stage intensivo tenuto da un docente del Centro Sperimentale di Cinematografia (Scuola Nazionale di Cinema) di Roma.
Insegnanti del calibro di Roberto Antonelli, Vito Mancuso e Alessio di Clemente hanno tenuto laboratori di alta recitazione assieme agli allievi del Centro Preformazione Attoriale.

Dal 2018 nasce un nuovo format: lo stage diventa “Open Day”. L’ultima edizione ha visto 30 ragazzi, dal ferrarese, dal rodigino, dal bolognese, dal padovano, accorsi presso la bellissima Delizia Estense del Verginese del Comune di Portomaggiore, per partecipare ad una grande opportunità: 3 workshop di alta formazione, tenuti da Marco Belocchi, docente della Scuola Nazionale di Cinema di Roma, Massimo Malucelli, Responsabile Artistico CPA, e Marco Alì, docente.

SCOPRI


Cerimonie

Ogni anno, nel mese di novembre, una volta formato il primo anno, si inaugura in sede l’anno scolastico. Presenti il vicesindaco di Ferrara dott. Massimo Maisto, lo staff del CPA, tutti gli allievi, i giornali e le TV della città. La giornata prosegue con buffet offerto da Ristorante l’Archibugio di Ferrara, più castagnata in giardino e foto ricordo al photocall.

Nel mese di giugno, nel verde del giardino della sede, avviene la bellissima festa della Cerimonia dei Diplomi. Presenti sempre il vicesindaco e lo staff del CPA. Si consegnano i Diplomi del secondo anno, i Diplomi di II livello per il terzo anno Master Class, e l’attestato per il corso propedeutico. La giornata di chiusura dell’anno prosegue con buffet offerto da Ristorante l’Archibugio di Ferrara e foto ricordo al photocall della Scuola.

Ogni anno i ragazzi del primo, secondo e terzo anno producono, con la supervisione dei docenti e della scuola, il Saggio di fine anno, il quale va in scena nel mese di giugno nella prestigiosa Sala Estense di Ferrara.


VIDEO


SERVIZIO DIPLOMI 2018

CORTO DI DIPLOMA - LA CASA DEI SOGNI

IL CPA A GIFFONI

CORTO DI DIPLOMA – 2+2=5

SPOT CPA 2017

SERVIZIO TG3 TENDA SUMMER SCHOOL

LAVORO DELL'ATTORE

PRESENTAZIONE CPA A GIFFONI

ALLIEVI CPA SUL SET
EVENTO SPECIALE

Tenda Summer School

La Tenda Summer School, in sole quattro edizioni, è riuscito a diventare il campus di Commedia dell’Arte più importante del mondo, radunando, nell’ultima edizione, 80 ragazzi da 12 paesi differenti.

È pensata come il cuore dell'offerta formativa estiva del Centro Preformazione Attoriale, ed è anche un modo bello e intelligente per far conoscere gli allievi delle varie sedi del CPA.

Propone seminari intensivi a carattere laboratoriale, sette ore al giorno per sei giorni, nei quali fare un'esperienza creativa e professionalizzante che prepari ad affrontare la dimensione del palcoscenico, accolti in uno scenario unico: Villa La Mensa, Delizia Estense riconosciuto nel 1999 dall’Unesco Patrimonio del’Umanità, sul lato sinistro del fiume Po, nella campagna ferrarese, nel comune di Copparo.
Gli allievi avranno infatti la possibilità di lavorare con un team di docenti internazionale e contemporaneamente di svagarsi approfittando dello spazio-ricreativo e rilassante, che favorisce la condivisione e la socializzazione fra i protagonisti dell’esperienza. Gli allievi del CPA avranno una agevolazione economica per partecipare alla Summer.

SCOPRI

Valore alla qualità.
Dopo anni di esperienza, siamo arrivati a trascrivere questo regolamento, con l’intento di tutelare gli allievi, gli insegnati e le famiglie che investono sui sogni dei propri figli, e che si basa sull’impegno, sulla costanza e sulla meritocrazia.

Il CPA ha una durata biennale, più un anno di specializzazione. La scuola inizia, per il primo anno, a metà ottobre per concludersi a metà giugno con lo spettacolo finale. Il secondo e terzo anno hanno inizio a settembre e si concludono a metà giugno. L'allievo deve impegnarsi con costanza, frequenza e puntualità, dall'inizio dell'anno allo spettacolo finale. Il mancato rispetto di questo punto potrà comportare l'esclusione dalla scuola, l’eventuale non ammissione al secondo anno o, a discrezione degli insegnanti,, una partecipazione in misura minore ai saggi.
Ogni docente avrà il suo registro di classe dove, ad inizio lezione, segnerà i presenti e gli assenti. Il ritardo non giustificato potrà comportare, se oltre i 15 minuti, l'esclusione dalla lezione stessa, a discrezione dell'insegnante. L'assenza non giustificata e non concordata durante le prove dello spettacolo di fine anno potrà comportare l'esclusione dalla scuola. Tutti i corsi prevedono un saggio obbligatorio di fine anno. La mancata partecipazione al saggio di fine primo anno comporta la ripetizione dell’anno. La mancata partecipazione al saggio di fine secondo anno comporta l'esclusione dal diploma e la ripetizione dell’anno. Se l'allievo, per motivi di forza maggiore, dovesse scegliere di ritirarsi dalla scuola, deve informare con almeno un mese di anticipo il responsabile artistico, e dovrà comunque impegnarsi al pagamento delle mensilità rimanenti fino alla fine dell’anno. La serietà e l’impegno sono, a nostro modo di vedere, i primi comportamenti da premiare. E’ per questo che concederemo le molteplici opportunità che la nostra scuola offre a coloro che si dimostreranno più virtuosi. È in questo impegno che risiede il valore del diploma che rilasciamo a fine corso di studi: sarà quindi questo il giusto premio che certifica il merito dimostrato dall’allievo che lo consegue.
Alla fine del quarto mese del primo anno (gennaio), se l’allievo avrà raggiunto il 20% di assenze, verrà richiamato in sede per un colloquio che permetta di capire se esiste qualche problema di orario o relativo ad altri impegni. A fine primo anno, se l’allievo avrà raggiunto o superato il 20% di assenze, il CPA non riconoscerà i crediti formativi. Se poi l’allievo avrà raggiunto o superato il 35% di assenze, non sarà ammesso al secondo anno. La scuola potrà proporgli di ripetere l’anno, o frequentare il corso propedeutico.
Alla fine del quarto mese del secondo anno (gennaio), se l’allievo avrà raggiunto il 20% di assenze, verrà richiamato in sede per un colloquio che permetta di capire se esiste qualche problema di orario o relativo ad altri impegni. A fine secondo anno, se l’allievo avrà raggiunto o superato il 20% di assenze, il CPA non riconoscerà i crediti formativi. Se poi l’allievo avrà raggiunto o superato il 25% delle assenze non avrà l’opportunità di partecipare al “Giffoni Film Festival”. Se avrà raggiunto o superato il 30% di assenze non avrà la possibilità di usufruire di nessuna borsa di studio per gli stage intensivi nelle scuole internazionali con noi gemellate. Se infine avrà raggiunto o superato il 35% di assenze, non gli potrà essere assegnato il Diploma di fine secondo anno e, a discrezione del corpo docente, potrà ripetere l’annualità o frequentare il corso propedeutico.
Per il terzo anno valgono le stesse regole che per il secondo, tenendo comunque conto che gli allievi che abbiano compiuto una parte così ampia del percorso, sono già considerati dei giovani attori e, come tali, responsabili della loro professionalità. Sono dunque loro stessi i primi interessati ad averne rispetto, rispettando le regole che danno valore alla loro partecipazione alla scuola e al loro talento.

Lo spirito del triennio.
All’inizio del primo anno verranno tenuti dei provini nella sede del CPA, allo scopo di poter valutare la personalità e le attitudini dell’allievo, oltre alle sue intenzioni ed aspettative.

Questo permetterà di inserirlo al meglio nei programmi del centro, cercando di interpretare le indicazioni forniteci dal provino stesso. Il provino consiste in un pezzo di un paio di minuti, a memoria, scelto dall’allievo, e una o due piccole improvvisazioni basate sull’interpretazione di una situazione scenica, che cercano di portare alla luce le caratteristiche peculiari dell’aspirante Alla fine del primo anno di corso, durante un incontro personale, verrà poi valutata l’idoneità dell’allievo a frequentare il secondo anno e l’accesso al conseguente diploma di primo livello. Alla fine del primo, del secondo e del terzo anno, saranno quindi organizzati dei brevi incontri con ciascun allievo, durante i quali saranno valutati: l’impegno, le attitudini, il contributo al lavoro del gruppo, i limiti e le possibilità rivelate durante il percorso fatto insieme e sulle quali lavorare nel futuro. In questa sede potrà quindi eventualmente essere consigliato l’approfondimento di alcune tematiche, la ripetizione dell’anno (nel caso l’allievo non ne avesse ben assimilato i contenuti) o, al contrario, la possibilità di partecipare a eventi artistici, iniziative, od occasioni che contribuiscano allo sviluppo del suo talento.

Orari, costi e pagamenti.
Per i corsi scolastici sono previsti due incontri alla settimana per due ore ciascuno.

Lunedì e giovedì dalle 17.00 alle 19.00 (primo gruppo). Martedì e venerdì dalle 15.00 alle 17.00 (secondo gruppo).
Due incontri a settimana per gruppo, per un totale di 128 ore a corso. Il costo annuale del primo anno è di € 800.00, con facoltà di frazionarlo in 8 rate da € 100,00 mensili, previa richiesta. (Il costo è comprensivo di materiale didattico e saggio finale). Iscrizione di inizio anno: € 60,00 (quota associativa + tesseramento e assicurazione ARCI).
Martedì e venerdì, dalle 17:00 alle 19:00. Due incontri alla settimana (martedì e venerdì, dalle 17.00 alle 19.00) per un totale di 128 ore di corso. Il costo annuale del secondo anno è di € 950.00, con facoltà di frazionarlo in 9 rate da € 100,00 mensili (+ € 50,00 nel mese di giugno), previa richiesta. (Il costo è comprensivo di materiale didattico e saggio finale). Iscrizione di inizio anno: € 60,00 (quota associativa + tesseramento e assicurazione ARCI).
Lunedì e giovedì, dalle 15.00 alle 17.00. Due incontri alla settimana (lunedì e giovedì, dalle 15.00 alle 17.00) per un totale di 128 ore di corso. Il costo annuale del terzo anno è di € 950.00, con facoltà di frazionarlo in 9 rate da € 100,00 mensili (+ € 50,00 nel mese di giugno), previa richiesta. (Il costo è comprensivo di materiale didattico e saggio finale). Iscrizione di inizio anno: 60€ (quota associativa + tesseramento e assicurazione ARCI).
Il pagamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario ogni 15 del mese. È importante, per il rispetto di tutti, la puntualità del pagamento. Se dopo una settimana il pagamento non sarà ancora stato effettuato, la scuola contatterà tramite email la famiglia. Se il ritardo persiste, l’allievo non potrà partecipare alle lezioni, fino a pagamento avvenuto.

Corso Propedeutico
Nel caso il ragazzo/a non se la sentisse di intraprendere un percorso impegnativo quale può essere il corso biennale del CPA, la Scuola propone un Corso Propedeutico, per sollecitare la curiosità dei ragazzi, offrendo loro una nuova forma di aggregazione in uno spazio protetto dove la relazione interpersonale si sviluppa attraverso canali stimolanti e creativi.

Sarà un incontro a settimana, per due ore. Un primo incontro col teatro.
Non è raro vedere allievi del corso propedeutico tentare il provino per il CPA l’anno dopo.
Il gruppo ottimale sarà di 6 ragazzi con un massimo di 10. La fascia di età preferibile è compresa fra i 14 e i 20 anni.
· Training di riscaldamento corpo-voce · Rilassamento · Giochi teatrali di conoscenza dello spazio scenico · Giochi di affiatamento con gli altri compagni · Improvvisazione creativa su brani di racconti proposti dai ragazzi · Lettura di brevi testi teatrali per ragazzi · Scrittura creativa individuale e a coppie · Scelta di un racconto o di un brano per l’elaborazione di una performance di chiusura del laboratorio.
Samuele Fabbri
Il giorno: Mercoledì 3 Ottobre, dalle 15:00 alle 17:00.
Prima lezione prova gratuita per tutti i nuovi iscritti.
La durata di 8 mesi (da ottobre a giugno). Ogni mercoledì.
La quota di partecipazione è di € 540,00 per tutti gli otto mesi, compreso di materiale didattico e saggio finale, più € 60,00 di quota associativa/assicurazione ed iscrizione ARCI.
Per prenotare la presenza dell’allievo, scrivere a segreteria@centropreformazioneattoriale.it

Corso Scuole Medie
La Scuola promuove il nuovo corso per ragazzi dai 10 ai 13 anni, per avvicinare le nuove generazioni al piacere del gioco teatrale, in un'atmosfera di gruppo non competitiva e di reciproco stimolo. Il teatro è un luogo magico dove ognuno di noi può diventare ciò che il pensiero ci ispira. Non serve nient'altro che il nostro corpo e la nostra immaginazione.

I bambini e i ragazzi, che sempre sono dotati di energia, immaginazione e sogni, possono trovare nel teatro uno strumento stimolante con il quale esplorare se stessi e il piacere di condividere la propria creatività, intelligenza e sensibilità. Il corso di recitazione per i preadolescenti lavorerà proprio su quelli che sono i loro punti deboli e i loro punti di forza. Il fine è superare la timidezza e rafforzare l’autostima. L’attenzione agli altri e soprattutto a sé stessi è fondamentale in quest’età di sviluppo in cui si cerca una propria identità indipendente e per farlo bisogna affinare la consapevolezza di sé, dello spazio in cui ci si muove e della presenza e relazione con gli altri. Sempre partendo dal gioco, che è la base del teatro, si vanno ad aggiungere elementi che possano aiutare i ragazzi nella fase della preadolescenza, a giocare rispettando gli altri; a non imporsi ma ad accogliere idee e proposte diverse dalle proprie. Con i ragazzi preadolescenti il percorso prevede l’inserimento di alcuni elementi più propri del teatro, quali l’uso della voce e di un testo. Lo scopo è allenare a non aver timore di esprimersi (in ambito teatrale come quello scolastico etc).

La scrittura scenica, attraverso l’improvvisazione, aiuta ad avere coscienza delle proprie possibilità espressive, a non temere il confronto, a strutturare il carattere e a renderlo libero ma disciplinato.

· Acquisire maggiore consapevolezza di sé e della propria potenziale espressività fisica · Sviluppare capacità di integrazione e relazione con gli altri · Approfondire i mezzi di espressione verbale · Imparare ad organizzare la propria fantasia secondo le regole del linguaggio teatrale · Progettare ed elaborare eventi teatrali di cui i ragazzi siano autori e interpreti.
Sara Bersanetti
Mercoledì 3 ottobre.
Prima lezione prova gratuita per tutti i nuovi iscritti.
Ogni mercoledì, da ottobre a maggio, dalle 17:00 alle 18:30.
La quota di partecipazione è di € 330,00 totali per gli 8 mesi (comprensiva di materiali di consumo e saggio finale) + € 60,00 di iscrizione associativa annuale.
Per prenotare la presenza dell’allievo, scrivere a segreteria@centropreformazioneattoriale.it
Sede Centrale
Via Arianuova, 128 44121 Ferrara
Telefono
+39 347 59 97 889