Download Free Templates http://bigtheme.net/ Websites Templates

La Tenda Summer School è pensata come il cuore dell'offerta formativa estiva del Centro Preformazione Attoriale, ed è anche un modo bello e intelligente per far conoscere gli allievi delle varie sedi del CPA.

Propone seminari intensivi a carattere laboratoriale, sette ore al giorno per sei giorni, nei quali fare un'esperienza creativa e professionalizzante che prepari ad affrontare la dimensione del palcoscenico, accolti in uno scenario unico: Villa Mensa, sul lato sinistro del fiume Po, nella campagna ferrarese, nel comune di Copparo. Gli allievi avranno infatti la possibilità di lavorare con un team di docenti internazionale e contemporaneamente di svagarsi approfittando dello spazio-ricreativo e rilassante, che favorisce la condivisione e la socializzazione fra i protagonisti dell’esperienza. 

La Tenda Summer School è pensata come il cuore dell'offerta formativa del “Centro Preformazione Attoriale”. E' 'aperta', in quanto rivolta sia agli allievi del “Centro” che a tutti gli adolescenti interessati, e nasce con l'obbiettivo di fornire grammatiche, tecniche ed approfondimenti per rivitalizzare la scena contemporanea e la professionalità dei giovani attori. Propone seminari intensivi a carattere laboratoriale, sette ore al giorno per sei giorni, nei quali fare un'esperienza creativa e professionalizzante che prepari ad affrontare la dimensione del palcoscenico, accolti in uno scenario unico: Villa Mensa, sul lato sinistro del fiume Po, nella campagna ferrarese, nel comune di Copparo. 

 
Con il patrocinio del Comune di Copparo

La Tenda Summer School è dunque pensata per offrire ai ragazzi il giusto mix tra studio e divertimento. 

Gli allievi avranno infatti la possibilità di lavorare con un team di docenti internazionale e contemporaneamente di svagarsi approfittando dello spazio-ricreativo e rilassante, che favorisce la condivisione e la socializzazione fra i protagonisti dell’esperienza.

 

L’intento

L'intento della Tenda Summer School è quello di contribuire alla crescita professionale e umana e allo sviluppo del talento delle nuove generazioni. Ma è anche il luogo 'protetto e privilegiato' per chiunque, animato da passione o da incontenibile curiosità, decida di dedicare il proprio tempo libero all'acquisizione di strumenti mutuati dal campo dell'arte, non solo per costruirsi un futuro al suo interno, ma anche per un utilizzo trasversale e integrato dei linguaggi espressivi e delle loro metodologie.

Si tratta quindi di un servizio del territorio verso i giovani del territorio circostante, ma anche aperto alle ricchezze di tutti i possibili scambi sul piano nazionale e internazionale.

Il luogo - Villa Mensa di Sabbioncello - Copparo

Edificio rinascimentale voluto dalla famiglia dei Della Rovere. Costruita nel 1480 dal vescovo Bartolomeo della Rovere, diventa residenza di villeggiatura vescovile dell'epoca. Ospitò Tommaso Ruffo e Ippolito d'Este. La Villa è ubicata sulla sinistra del Po di Volano, vicino a Sabbioncello, in località San Vittore, piccola frazione a otto chilometri da Copparo, sulla strada verso Formignana. E’ un complesso monumentale di grande importanza, dove soggiornarono i vescovi di Ferrara fino al tempo delle soppressioni napoleoniche (1797). La grande villa fu fatta costruire da Bartolomeo della Rovere (nipote di papa Sisto IV e fratello di papa Giulio II) tra il 1474 ed il 1495.

La facciata, rivolta ad occidente, si prolunga con due muraglie merlate che immettono nei cortili di servizio ai lati della villa; la muraglia verso la strada termina con una piccola cappella. Dal portone centrale ci si immette in un cortile nel quale si prospetta il porticato di sei archi, con colonne e capitelli; sul lato sinistro si eleva la torre di scolta, destinata a colombaia alla fine del XIX secolo. Nella villa morì nel 1834 il cardinale Filippo Filonardi, storico e teologo: ciò prova che in quell’epoca il palazzo era ancora di proprietà della Mensa Arcivescovile di Ferrara; successivamente passò alla Fondazione Navarra.